Una vendetta estrema

Una vendetta estrema

Non so se questa sia la verità ma se così fosse, la storia che sto per raccontare rappresenta l’esempio estremo di internet come strumento di vendetta contro qualcuno.

Partiamo dal 12 maggio 2009, tutti i media parlano di un video che è apparso su Youtube dove un signore ben vestito annuncia il suo omicidio da parte del presidente del Guatemala.

Il signore che parla è l’avvocato guatemalteco Rodrigo Rosenberg Marzano, e al momento della diffusione del video,  l’omicidio è già avvenuto.

Queste sono le parole di Rodrigo Marzano: “Se state ascoltando questo messaggio, significa che io, Rodrigo Rosenberg Marzano, sono stato ucciso dal segretario private del presidente, Gustavo Alejos, e dal suo socio Gregorio Valdez, con l’approvazione di Mr. Alvaro Colom e di Sandra de Colom,”

Questi ultimi sono rispettivamente il presidente del Guatemale e sua moglie.

Il video fu visto da moltissime persone in tutto il mondo e tutti i giornali cartacei e online rilanciarono la notizia (qui l’articolo di Rainews24).

L’11 settembre scorso, la polizia del Guatemala arrestò sette persone per l’omocidio di Rosenberg.

Di questi giorni invece è la notizia che una commissione investigativa guidata dalle Nazioni Unite ha stabilito che lo stesso Rosenberg avrebbe organizzato il proprio omicidio tramite un cugino della prima moglie. Questi avrebbe assoldato i killer non sapendo che il bersaglio sarebbe stato suo cugino e cioè il committente dell’omicidio.

Per chi volesse approfondire riporto il link dell’articolo su Cnn che ne parla approfonditamente. Nello stesso articolo sono presenti molti commenti di persone che dubitano dei risultati raggiunti dall’inchiesta Onu.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Proteggere la reputazione online (video)
  2. Twitter: un pigolio che spaventa i potenti – Il 4.ATA in Lettonia