Tripadvisor e le recensioni sospette.

Tripadvisor e le recensioni sospette.

Tripadvisor, il più famoso sito di recensioni di alberghi e ristoranti, sta rischiando in Gran Bretagna di dover affrontare azioni legali da parte di centinaia di albergatori e ristoratori i quali sostengono che le loro imprese siano state danneggiate da giudizi infondati e dannosi.

Più di 400 istituti hanno indicato che stanno valutando di partecipare a una “azione legale di gruppo” contro TripAdvisor, a meno che il popolare sito non rimuova le critiche più feroci entro quindici giorni.

Il procedimento giudiziario potrebbe iniziare a breve, secondo una società locale di gestione della reputazione, che sta supportando il caso.

Le lamentele riguardano recensioni inventate o esagerate, o scritte da rivali in affari grazie all’anonimato online. A queste critiche si aggiunge quella dell’assenza di risposte s0ddisfacenti da parte di TripAdvisor.

Fondata 10 anni fa e ora di proprietà del gruppo viaggi Expedia, TripAdvisor è diventato un attore importante nel settore dei viaggi, grazie ai 35 milioni e oltre di recensioni di hotel, alberghi, case vacanza affitto e ristoranti.

Tripadvisor è uno dei siti web di viaggi più visitati al mondo.

Le recensioni dei viaggiatori sono a disposizione di chiunque in tutto il mondo, vengono consultate spessissimo prima di prenotare un albergo e spesso spingono i viaggiatori a cambiare i propri piani dopo la loro lettura.

TripAdvisor dice di usare un software specializzato e di impiegare decine di dipendenti per individuare false recensioni. Inoltre gli utenti possono segnalare le opinioni sospette e i titolari di alberghi sono in grado di rispondere a qualsiasi recensione.

In particolare è stato fortemente contestato l’invio di una newsletter da parte di Tripadvisor denominata “Hotel Horror” contenente le recensioni più negative.

A Tripadvisor si contesta inoltre l’uso del termine “fidato” per indicare le recensioni presenti sul sito. “Se non autenticano le recensioni allora penso che dovrebbero dire: ‘Non possiamo confermare la relazione di questa persona’, ma invece scrivono Trusted reviews’ o ‘TrustedTripAdvisor’.

TripAdvisor ha rifiutato di commentare questa minaccia di controversia, ma ha difeso l’accuratezza delle proprie recensioni e ha aggiunto: “Il nostro consiglio, leggendo le recensioni di un albergo, è quello di scartare le recensioni che appaiono eccessivamente critici o eccessivamente positivo. Ciò che resta rappresenta la saggezza collettiva della comunità“.

Come fa notare Techdirt tuttavia, nessuna azione legale è stata effettivamente presentata e qualsiasi azione legale sarebbe un totale spreco di tempo e denaro.

Questo perché TripAdvisor è una società statunitense, e in base alla legge è protetta dalle cause di diffamazione legate al contenuto scritto dai suoi utenti. E poichè questa azienda di gestione della reputazione è nel Regno Unito, grazie alla nuova legge USA sulla diffamazione del turismo, un giudizio nel Regno Unito sarebbe inapplicabile.

In altre parole, le minacce legali sono completamente pretestuose. La conclusione che si ricava, avendo letto i vari articoli che trattano la notizia, è che questa sia solo una campagna pubblicitaria per questa azienda di reputaion management.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Azioni legali contro le recensioni false su Tripadvisor.
  2. Recensioni online: gli albergatori chiedono chiarezza.
  3. Consumatori, cattive recensioni e…denunce
  4. Perchè gli albergatori non amano TripAdvisor: consigli per un migliore utilizzo.
  5. Alla scoperta dei social network: da che parte sta Tripadvisor