The Bed Intruder Song.

The Bed Intruder Song.

Nel curioso e variegato mondo di internet c’è spazio anche per Antoine Dodson, 24enne di Huntsville, Alabama, iscritto al Virginia College, parrucchiere. Antoine abita nei Projects (case popolari) di Licoln Park con la sorella Kelly. Una sera di luglio un intruso scavalca la finestra di casa sua e tenta di violentare la sorella. Antoine interviene e lo fa scappare.

Una TV locale, nel riportare la notizia, lo intervista e il risultato è assolutamente esilarante. Nell’intervista Antoine e’ molto arrabbiato, consiglia ai vicini di nascondere bambini e mogli e anche mariti, perché quello stupra tutti … e poi minaccia il violentatore.

Il video fa il giro del web e viene visto da milioni di persone. E Antoine diventa involontariamente famoso. Così viene notato dai Gregory Brothers, quelli della serie Auto Tunes the News che trasforma video-clip rubati dai notiziari in canzoni. Evan, Andrew e Michael Gregory rendono l’intervista di Antoine Dodson un video musicale che raccoglie ad oggi quasi 40 milioni di views. Un successo mediatico su YouTube a cui si aggiunge un successo economico su iTunes dove scala rapidamente le classifiche. Vengono prodotte anche diverse cover che fanno il verso al video originale, inclusa una versione strumentale suonata dalla North Carolina A&T Marching Band.

Il successo rende Antoine ancora più famoso e quasi-ricco!

I Gregory Brothers infatti dividono a metà con lui i profitti della canzone. E questo permette ad Antoine e alla sua famiglia di comprarsi una nuova casa, lontana dai Projects e dallo stupratore.

Ma Antoine è andato oltre. Consigliato da un manager, ha prodotto una linea di accessori di merchandising che vende su Facebook: t-shirts, bandane, tazze, anelli, accendini che riportano frasi dell’intervista originale rese famose dal web e dalla canzone.

Antoine dice che ha intenzione di finire gli studi di business administration per poter meglio gestire i suoi affari. Intanto compare in programmi televisivi e scrive ai suoi fans, ne ha circa 285.000 su Facebook.

Ma la fama e il successo del “prodotto” Antoine Dodson sono reali? Entrambi derivano da un’intervista spontanea e involontariamente ridicola che ha fatto seguito a un fatto drammatico. Potrà ripetersi e quanto a lungo potrà essere sostenuto?

Ha detto Andy Warhol: “nel futuro ognuno sarà famoso per quindici minuti.”

http://www.riccardoandreoni.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Nuovo Cinema Online.
  2. GialloZafferano.it
  3. Nell’era di Farmville
  4. Where the hell is Matt?
  5. Il Crowdsourcing.