Tecniche per far scomparire una foto dal web – seconda parte

Tecniche per far scomparire una foto dal web – seconda parte

Parlavo di Susan Moskwa, Webmaster Trends Analyst di Google, la quale sul blog ufficiale di Google racconta quali sono le tecniche di base che possono essere usate per la gestione della reputazione online. Di seguito riporto i suoi consigli con alcune mie osservazioni.

Pensaci due volte

Innanzitutto bisogna prevenire il danno: pensaci due volte prima di pubblicare online informazioni su di te.
Sei sicuro che quello che stai scrivendo sia appropriato nel contesto in cui volete pubblicarlo?
Ok, allora pubblica pure sul sito di appassionati di tatuaggi le foto del tuo nuovo tatuaggio dove sicuramente tua madre non andrà mai.

Ne sei proprio sicuro?
Ricorda che i motori di ricerca (quindi non solo Google…) consentono a chiunque di rintracciare queste informazioni anche fuori dal contesto nel quale avrebbe perfettamente senso trovarle.

Affronta il problema alla radice


Se qualcosa che non ti piace è già stato pubblicato, il prossimo passo è cercare di rimuoverlo dal sito in cui viene visualizzato. Piuttosto che contattare immediatamente Google, è importante innanzitutto rimuovere quella maledetta foto dal sito dove è stata pubblicata.

Per quanto possa sembrare strano a molti, Google non possiede Internet; i risultati delle nostre ricerche semplicemente riflettono ciò che è già là fuori sul web. Se anche il contenuto non apparisse nei risultati di ricerca di Google, chiunque potrebbe comunque essere in grado di accedervi direttamente sul sito originale. Potrebbe riuscirci tramite altri motori di ricerca o passando per i siti di social networking – quindi: se non viene rimosso dal sito originale, il contenuto che vi infastidisce potrebbe sempre tornare a galla.

Pertanto è necessario affrontare il problema alla radice.

Vediamo quali sono le cose che puoi fare:

- se il contenuto in questione si trova su un sito di tua proprietà,

è il caso più semplice: devi solo rimuovere tutto quello che non vuoi più che altri vedano. Ovviamente quelle informazioni personali (e quella foto…) continuerà ad essere reperibile tramite Google (o tramite la sua memoria storica Google Cache, per non parlare poi di Archive.org…).
Insomma, anche tralasciando le complicazioni della cache di google e di siti che archiviano i contenuti storici, devi avere pazienza ed attendere che Google aggiorni le sue ricerche e quindi i suoi link.

In breve: fino a quel momento sei ancora nei guai.

- se il sito non è di tua proprietà

NON DISPERARE – spesso è facile rimuovere contenuti indesiderati anche da siti che non si possiedono; per esempio ricorda che, se accedi a quel sito con un’utenza, può essere sufficiente modificare i diritti di accesso alle informazioni anche se non fosse possibile cancellarle;

- se non puoi agire personalmente,

puoi sempre contattare il webmaster del sito e chiedere di rimuovere il contenuto o la pagina in questione. Ricordate che se il contenuto è discutibile e si scontra con le policy del sito, il webmaster è ben lieto di accontentarti.

Dopo che tu o il webmaster del sito ha rimosso o modificato la pagina, puoi accelerare la rimozione del contenuto da Google tramite i suoi strumenti di rimozione.

…continua

Tutti gli articoli della serie:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Tecniche per far scomparire una foto dal web – terza parte
  2. Tecniche per far scomparire una foto dal web
  3. Social Networking [seconda e ultima parte]
  4. Sette semplici consigli
  5. Attenti all’ “Effetto Streisand”