Rispondere alle critiche di blog e social networks come l’US Air Force

Rispondere alle critiche di blog e social networks come l’US Air Force

E’ un mondo strano.

Le persone di spettacolo rispondono alle critiche o ai pettegolezzi dei blog con denunce alla polizia ed esposti all’ Autorità Garante della privacy.

L’aviazione americana invece sembra comprendere le regole di internet e dei social networks meglio di tanti altri.

La storia ce la racconta David Meerman Scott.

Un pò di tempo fa Scott, intento a controllare gli utenti che seguivano i suoi messaggi su Twitter, si accorse che tra questi c’era un utente chiamato AFPAA che scoprì appartenere all’US Air Force.

Scott inviò un messaggio a quell’utente ed entrò in contatto con il capitano David Faggard, Capo delle Tecnologie Emergenti per l’Air Force.

Venne a sapere in questo modo che l’aviazione militare aveva definito una strategia per monitorare e intervenire sulla rete usando i social networks.

Tutto questo succedeva nel 2008, quando ancora la maggior parte dellle aziende non aveva la minima idea di come usare il web 2.0 a proprio vantaggio.

L’attenzione delll’Air Force era puntata in particolare ai social media (blogging, counter-blogging, YouTube, Twitter, ecc.) per monitorare e analizzare le informazioni relative all’aviazione militare e per la formazione interna.

Ma in cosa consiste il “counter-blogging”?

E’ quello che dovrebbero fare le imprese interessate alla reputazione delle proprie aziende e dei propri prodotti.

In quest’ambito l’Air Force interviene per contrastare le informazioni negative nei propri confronti.

L’immagine in alto è l’Air Force Blog Assessment Flowchart: un diagramma dove sono rappresentati i criteri di intervento per contrastare le informazioni negative e rafforzare quelle positive.

Eccolo qui per esteso.

Per molti, compresi gli albergatori scontenti di Tripadvisor, sarebbe un ottimo punto di partenza.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Come NON rispondere alle critiche su Tripadvisor
  2. Ti fidi dei tuoi collaboratori? I 5 motivi per bloccare l’accesso a Facebook
  3. The Sartorialist, blog o realtà?
  4. McDonald’s e il Social Media Chief
  5. Alla scoperta dei social network: da che parte sta Tripadvisor