Indagine sui consumatori italiani e internet.

Indagine sui consumatori italiani e internet.

BuzzBack Market Research è una società di ricerche di mercato con sede a New York che ha diffuso ieri i risultati di un’indagine sul comportamento dei consumatori europei svolta nel marzo 2010.

La ricerca ha preso in considerazione un campione composto da oltre 1.500 cittadini.

I risultati relativi all’uso di internet da parte dei consumatori italiani sono molto interessanti e talora sorprendenti.

Un esempio: gli italiani utilizzano sempre di più la tecnologia nel ricercare gli affari migliori, con il 68%  di essi che usa internet per trovare prodotti e verificare i prezzi prima di acquistarli, contro una media europea del 61%.

E poi ancora, addirittura l’84% degli italiani intervistati – contro una media europea del 76% – ammette di essere più propenso ad acquistare da negozi che operano sui vari canali sia online che presso il punto vendita.

Il numero degli smart phone è in netta crescita e il 42% degli italiani vorrebbe poter scaricare buoni sconto (coupon) direttamente sul proprio cellulare per poterli poi spendere presso i punti vendita.

Al 40% degli intervistati italiani piacerebbe poi poter usare il proprio cellulare con la fotocamera integrata per scannerizzare il barcode di un prodotto e trovare il miglior prezzo.

Per gli americani questa è già una realtà con prodotti quali Red Laser e Barcode Scanner.


Inoltre, una parte considerevole dei consumatori apprezzerebbe la possibilità di costruire online la lista della spesa, confrontare i migliori prezzi, avere suggerimenti culinari che integrino gli acquisti con offerte settimanali e selezionare i buoni sconto da caricare automaticamente sulla loro carta fedeltà.

Questi consumatori, entrando nel negozio, potrebbero ricevere offerte sul proprio cellulare o consultare un chiosco elettronico per avere dei suggerimenti in merito alla tipologia di vino o agli ingredienti culinari che possano completare la lista della spesa, in base alle preferenze individuali. Arrivati in cassa, questi clienti troverebbero che al totale da pagare  sarebbero già stati scontati i propri buoni sconto (memorizzati sulla carta fedeltà), eliminando la necessità di scansionare i coupon di carta.

Forse lo studio è un pò ottimistico circa il numero dei clienti dei supermercati già pronti a beneficiare della tecnologia, ed è possibile che abbia influito il fatto che il committente della ricerca sia una società di informatica.

Ad ogni modo che questa tendenza sia forte è difficile da contraddire e, da parte mia, ho da tempo sostituito la lista della spesa cartacea con questa app per iphone (gratuita, il che non guasta).


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share

Altri articoli sull'argomento:

  1. Telstra ha visto il futuro, ma c’è un problema: ai consumatori non piace.
  2. Consumatori, cattive recensioni e…denunce
  3. L’accesso veloce ad Internet è un diritto (in Finlandia)
  4. Shopping online, solo su invito.
  5. Il Crowdsourcing.